Come usare WordPress per siti statici

di Joseph

La storia è quella di un pigro webmaster e della sua sfida per costruire un semplice sito web che ognuno dei suoi occupatissimi clienti potesse gestire da solo.

Blog? aggiornamenti? community e social news? Macchè: il cliente vuole un mini sito ottimizzato per qualche parola chiave, e facile da aggiornare!

Non siete stanchi anche voi di modificare pagine con DreamWeaver e caricarle con ftp ogni volta che che qualcuno vuole cambiare una parola nella terza frase del quarto paragrafo della pagina “chi siamo”???

Beh WordPress ha un sistema molto semplice per gestire le pagine, basta decidere di usarlo… ecco come…

Scegliere un tema e togliere i file inutili

Prima di tutto devi decidere il design: difficile che tra le centinaia di migliaia di temi wordpress non ce ne sia uno adatto. Scegli quello che il cliente preferisce ed eventualmente adattalo alle esigenze. Io in questi casi scelgo sempre temi di un certo livello, per non avere sorprese, ma tu fai come credi.

Una volta che ne hai scelto uno devi sbarazzarti di tutte le pagine inutili. Cancella tutti i file php tranne header, footer, page e sidebar (se c’è). Per il momento tieni anche il file search. A questo punto rinomina page.php in index.php.

Ora ti sei liberato di tanti file inutili, ma ancora le pagine di template hanno al loro interno tanti elementi inutilmente legati al mondo dei blog: trackbacks, commenti e tutti le informazioni “meta”: data, ora, autore, e così via. Cancellali tutti.

Spesso li trovi dentro a marcatori html <div> chiamati “postmetadata” o “postmeta” o qualcosa del genere.
In sostanza cerca i div che contengono le istruzioni the_time, the_author, the_tags, the_category, comments_popup_links e così via.
Tutto quello che dovrebbe servirti in questo template è probabilmente the_post e the_title. Dico davvero!

Ripulire header.php e footer.php

Ora prendiamoci cura dei file di header e di footer. Nella sezione <head> cancella pure le righe che contengono i link ai feed rss (rss2_url) e all’url dei pingback (pingback_url). Allo stesso modo, nel footer, cancella ogni link a feed rss, e se ti va, ogni riferimento a wordpress ecc… E anche qui abbiamo finito…

La sidebar.php, per gli amici Barra Laterale

Una volta arrivati alla sidebar, è il momento di prendere alcune decisioni, in base alle tue necessità e al tema che stai usando.

Prima di tutto: la sidebar è predisposta per i widget (che sono quei box di contenuto, testo, ecc. che puoi gestire dalla Bacheca senza modificare il tema di wordpress)?
Se non li supporta, beh… fai in modo che lo faccia (le istruzioni sono qui, sono in inglese, ma vedrai che con un po’ di buona volontà e di copia-incolla ce la fai benissimo).
Hai cancellato il file functions.php poco fa? Peccato, vallo a recuperare nel cestino perchè ti serve per abilitare i widget…

Ora che la Barra Laterale supporta i widget puoi andare in Bacheca, Aspetto -> Temi e aggiungere i widget che vuoi. Non sbatterci dentro di tutto, dai! le statistiche di Akismet, per esempio, a cosa ti serviranno mai???

La Ricerca

Ed eccoci al campo per la Ricerca. WordPress non effettua la ricerca nelle pagine, ma solo nei post (e noi non stiamo usando i post, te ne sei accorto vero?).
Perchè non lo faccia non me lo chiedere, non lo fa, punto. Per estendere la ricerca alle pagine ti serve un plugin come Search Everything. Ma prima di correre a scaricarlo, pensa se ti serve una funzione di ricerca o no.
Se il tuo sito ha alcune dozzine di pagine allora ti serve qualcosa per cercare lì dentro , ma in caso contrario la tua navigazione è già a prova di bomba.
In base alla decisione se usare la ricerca o no, tieni il file search.php, e se lo tieni non dimenticarti di togliere dalla pagina dei risultati tutte quelle “meta-cose” di cui abbiamo parlato prima .

Contattaci…

Ti servirà una contact form, un modulo di contatto… cosa è un sito statico senza una contact form?
Per questo puoi usare uno dei tanti plugin che ci sono proprio per questa funzione, se vuoi andare sulla “Ferrari” dei moduli di contatto usa cforms II, ma puoi usare anche qualcosa di più semplice.

Ritocchi finali

Il tuo tema “statico” ormai è pronto, ma prima togli un po’ di avanzi dal file css: tutti quei div e quelle classi ormai non corrispondono più a niente e non c’è bisogno di lasciarle lì, a meno che… a meno che togliendole tu non combini dei pasticci, nel qual caso… meglio lasciare perdere…

Ed infine, se vuoi far editare le pagine direttamente a qualcun altro, ricordati che non è una buona idea lasciarlo vagare per l’amministrazione di WordPress. Non si può mai dire cosa potrà distruggere e quanti altri disastri combinerà.
E’ a questo punto che ci viene in aiuto il comodissimo plugin Ryan’s simple CMS.
Installalo, crea un utente Editor e questo entrando troverà un semplicissimo pannello di controllo in cui può solo scrivere pagine.
Così non continuerà a scrivere post meravigliandosi che le nuove pagine non appaiano nel sito e così via.

Mentre sei dalle parti di Ryan puoi provare anche il suo tema wordpress Simple CMS, fatto per lo stesso scopo, che contiene anche una funzione di menu piuttosto carina…

E prima di concludere, non dimenticare di impostare una pagina come front page del sito… questo lo sai fare, no? Bacheca -> Opzioni -> Lettura e…

…il gioco è fatto!

(tradotto e adattato con il consenso dell’autore da HackWordPress)

18 commenti:

  1. Cito:

    Allo stesso modo, nel footer, cancella [..] se ti va, ogni riferimento a wordpress ecc…

    questo perchè WP è un software GPL?
    Ho letto la licenza su wordpress.org (è lunga…), ma nel caso io utilizzo wp per sviluppare un sito (nel caso statico o, quasi) e guadagnarci – giustamente – qualcosa? Cambia qualcosa se tolgo ogni riferimento a WP?

  2. Emanuela, io l’indicazione del powered con wp la lascio sempre. Non sempre però nel footer di tutte le pagine, a volte nei credits.
    Certo bisogna verificare di non violare la GPL… e su questo vorrei avere un po’ di tempo libero per approfondire… un tempo ero ferratissimo 😉 (http://digitaldivide.garuti.it) ma ora sul tema sono piuttosto arrugginito…

  3. anch’io stavo cercando qualcuno che mi dicesse se è possibile eliminare ogni riferimento a WP nel footer della pagina senza incorrere in problemi. avete qualche idea???
    ciao e buone vacanze.

  4. Ho letto con attenzione il post ed è proprio quello che cercavo da tempo.
    Però mi è venuta un’altra idea e spero si possa applicare.
    Allora io vorrei creare un sito in html semplice e far gestire a wordpress solo una sezione.

    E’ possibile?
    Questo perchè vorrei realizzare una cosa come questa:http://lukelarsen.com/ ma tutto in wp non ne sarei capace.

    Consigli?

    Ringrazio in anticipo

  5. Sto realizzando un sito statico con WP e il tema WP Premium theme by WP Remix. Mi potete dire come eliminare definitivamente la scritta CMR OFF che compare per i commenti? PS: sono un niubbo di WP, abbiate pazienza se chiedo cose scontate. grazie mille!

  6. Chiedo venia, non vorrei dire una corbelleria, ma per evitare che il cliente compia disastri nel pannello di controllo non basta nominarlo “autore” anziché “amministratore” del sito? Il plugin *Ryan’s simple CMS* sarà indubbiamente validissimo ma è strettamente necessario installarlo?

    1. Ciao Mario,
      innanzitutto tieni conto che questo articolo è abbastanza datato e quindi, mentre rimane valido nelle sue linee generali, bisogna comunque tener conto che WordPress proprio nel campo dei siti statici ha fatto passi da gigante.

      Quell che dici è in parte giusto: assegnando un ruolo più limitato già si semplifica molto l’interfaccia dell’utente e gli si impedisce di “fare danni”, almeno in parte.
      Bisogna però tener presente che, a meno di intervenire sui singoli ruoli con un plugin che ne modifichi le capabilities (“capacità” nella traduzione italiana di WP), si rischia che poi l’utente si ritrovi senza alcuni permessi fondamentali.

      In questo campo trovo spesso molto utile il plugin adminimize… l’avete provato?

      1. Bene, allora mi fa piacere che il mio commento in un certo senso abbia dato una “riverniciata” al thread 🙂 In effetti come dici tu il plugin in questione può semplificare il lavoro. Non mi resta che provarlo e magari ti farò sapere cosa ne penso. Grazie e ciao.

  7. Sapete se esiste un tema gratuito per fare un sito di una singola pagina con un form per racccogliere nome ed email ,vorrei usare wordpress al posto di una singola pagina web perchè riesco ad indicizzarlo meglio sui motori di ricerca

    1. Andrea, per inserire un form in una pagina puoi semplicemente installare un plugin come Contact Form 7, ovviamente. Non capisco cosa intendi con ‘usare wordpress al posto di una singola pagina Web’, però, vuoi dire che non lo intendi usare per il resto del sito?
      Mi sembra un peccato, in tal caso, proprio perché come ben dici WP viene indicizzato molto bene da Google (io stesso ho sviluppato diversi siti e alcuni hanno scalato le posizioni di prima pagina sulle ricerche). Pensa che addirittura un mio vecchio articolo su un blog che non curo più da anni è ancora in prima pagina se cerchi per esempio “siti realizzati con wordpress”. Se vuoi vedere alcuni esempi ti consiglio di leggere proprio quell’articolo, lo trovi a questo indirizzo (e ovviamente in prima pagina di Google con quel tipo di ricerca):
      http://www.jackventura.com/residence-ristoranti-villaggi-appartamenti-palinuro-cilento/

Rispondi