Aggiornare WordPress su Aruba in automatico

L’aggiornamento automatico di WordPress sembra dare problemi a coloro che hanno il proprio blog ospitato sui server Aruba. Anche su WordPressMania in questi giorni ho ricevuto tante richieste di aiuto.

In realtà si tratta di cosa nota e da tempo su WordPress Italy è stato spiegato come evitare e risolvere il problema.

In estrema sintesi si tratta semplicemente di aggiungere al file config.php queste due righe:

define('FS_CHMOD_FILE',0755);


define('FS_CHMOD_DIR',0755);

Ogni dettaglio lo potete trovare su WordPress Italy, in un articolo e un video di Wolly

Una proposta per WordPress Italy:

Il gran numero di commenti, post, interventi sui forum di utenti che si trovano spiazzati da questa difficoltà mi ha fatto pensare a questa proposta, che sottopongo ai curatori della versione italiana di WordPress:  non sarebbe possibile aggiungere nella pagina di aggiornamento automatico di WP un avviso con le indicazioni per gli utenti Aruba, anche solo il link all’articolo di Wolly?

Considerato l’alto numero di utenti Aruba di certo si risparmierebbero ore di supporto e mal di testa…

Per fortuna io ho scelto da tempo e con soddisfazione DreamHost 😉

23 commenti:

  1. @Tom: Condivido in pieno… ma poi quando li sconsigli (o ne consigli altri, che è lo stesso) ti guardano come se fossi un cretino che vuole fargli spendere soldi per niente 😉

  2. A quanto ne so, il problema non è solo di aruba. Il problema è che utilizza SuExec per gestire i permessi dei file. Quindi potenzialemente interessa qualsiasi Hosting che lo utilizza.

    Confermate?

  3. Ora vado aleggere l’articolo che hai segnalato per le difficoltà ma io non sono su Aruba e mi appare un messaggio che dice:

    Fatal error: Allowed memory size of 33554432 bytes exhausted (tried to allocate 2077421 bytes) in /home2/schoolo1/public_html/4blog/school/wp-includes/http.php on line 1032

    che devo fare?

  4. non ne posso più di aruba.. ogni volta che mi capita qualcuno che lo usa mi viene da mettermi le mani nei capelli.. che tipo di problemi assurdi darà stavolta???

    da quando hosto io direttamente wordpress è diventato il mio migliore amico.. mai un imprevisto per le decine di siti. aggiornamenti, installazioni e plugin funzionano alla grande in ogni dettaglio. ma ci vuole tanto??

    1. Prima di dire “dreamhost” a priori tenete conto del target. Il datacenter se sta negli USA può causarvi problemi pallosissimi di caricamenti, ritardi ecc… Per il resto tutti servizi di buon livello, però questo dettaglio in alcune situazioni è da considerare. Soprattutto ora che il tempo di caricamento ha un valore SEO incrementato.

      1. Grazie Gleenk,
        introduci un aspetto molto importante quando si parla di Hosting ovvero il “target”.

        Non è mai possibile consigliare un hosting senza tenere conto di molti aspetti, tra cui i destinatari.

        Ma è pur vero che DreamHost svolge il suo dovere, per il prezzo che ha, offre molte possibilità, è ben configurato e per l’uso con WP difficlmente dà problemi.

        Purtroppo molti (non dico tutti) hosting (italiani, ma non solo) scelgono di usare configurazioni non standard, limitazioni “esotiche” ecc in nome della sicurezza ma alla fine hanno il solo risultato di limitare la libertà degli utenti.

        WordPressMania è su DreamHost dal 2006, non è una scheggia di velocità è vero, ma considerando che sullo stesso account ci faccio girare altri 14 siti, ho l’accesso di shell, l’installazione di WordPress automatica (e l’aggiornamento automatico!!!) infiniti utenti, infiniti domini, la gestione dei DNS ecc…

        beh a me pare un ottimo prodotto per meno di 9 dollari al mese…, non per nulla lo propongo come affiliato.

        Stefano

Rispondi