Come lavorare a distanza con WordPress: un’idea per piccoli team

Come coordinare il lavoro a distanza con WordPressUn cliente piuttosto importante mi ha espresso l’esigenza di avere uno strumento semplice e veloce che permetta ad un gruppo di suoi consulenti di coordinare il lavoro che ognuno porta avanti in modo indipendente.

Fino ad ora tutto passava attraverso lui (leggi: attraverso la sua segretaria) o, peggio, per l’email: documenti, opinioni, ma anche battute, scambi di punti di vista… un modo assolutamente inefficiente di lavorare. “D’altra parte – mi dice – non voglio perdere l’informalità di questo modo di lavorare…“.

Dopo due giorni ero di nuovo da lui con una proposta che -a distanza di qualche settimana- sembre funzionare, ovviamente il tutto è basato su WordPress e ha comportanto (almeno inizialmente) la semplice installazione di un Tema e di un Plugin.

Il risultato? Una specie di “Twitter privato” che permette a ogni componente del team di inviare brevi messaggi, allegare immagini, slides e altri documenti, mantenendo le informazioni ordinate e disponibili nel tempo.

Si tratta davvero di una implementazione semplicissima, vediamo come procedere…

Il tema gratuito

Tema P2 per WordPressInnanzitutto installate il tema P2, un template gratuito che ricorda Twitter, con caratteristiche molto interessanti:

  • Ogni iscritto al blog può scrivere direttamente da un box presente in home page
  • Il box prevede la possibilità di caricare immagini, video  ecc..
  • Questi post, simili nell’apparenza a brevi messaggi, compaiono in ordine cronologico nella home
  • Ovviamente ogni iscritto può commentare, con la stessa semplicità

Una volta installato il tema avrete una nuova voce nel menu “Aspetto” che vi permette di personalizzarne aspetto grafico e funzionamento.

Il grosso del lavoro è fatto: mantenendo l’informalità dello scambio di opinioni e l’assoluta facilità d’uso abbiamo una piattaforma di condivisione a tutti gli effetti.

Il plugin

Piccolo problema: poichè questo blog si trova su un server pubblico… beh i messaggi sono visibili a tutti quelli che… “passano”…

Installiamo quindi il plugin Private WP e attiviamolo.

Private WP fa sì che i visitatori vengano reindirizzati alla pagina di login in modo che solo gli utenti registrati possano vedere il blog.

Ho quindi creato un utente per ogni consulente, fornito loro username e password e realizzato un video di 5 minuti che mostra come usare il sistema, video che ho pubblicato su una pagina intitolata con grande fantasia “Guida all’uso“…

In realtà…

In realtà avevo pensato di utilizzare anche due plugin tipo Notify Blog Authors e Comments Notifier per inviare email a tutti i collaboratori ogni volta che qualcuno pubblica un nuovo commento/articolo. Ma dopo aver fatto un rapido sondaggio direttamente con loro abbiamo deciso di aspettare per vedere se è davvero indispensabile…

Che ne dite?

Comments NotifierComments Notifier

37 commenti:

  1. interessantissima implementazione.
    una curiosità: categorie a tag in questo modo vengono “nascoste” ma probabilmente non sono fondamentali…
    ma per immagini e documenti come hai risolto?

  2. Ottima soluzione che riscopro leggendo questo articolo…
    Tutt’altro che semplice il template se lo si guarda bene dal punto di vista dei sorgenti…
    Meglio non lasciarsi ingannare dalle poche “opzioni” ,di fatto e’ difficiissimo e richiede grande esperienza concepire e realizzare un template cosi.
    Il mio capo aveva in effetti usato questo template per qualcosa di simile all’obbiettivo di chi ha scritto la segnalazione e ricordo che aveva inserito subito anche una chat e organizzato i Widget con parecchi feed del settore del team! Non so piu’ che fine ha fatto perche’ allora (a dire il vero non piu’ di un anno fa..) io mi occupavo esclusivamente di grafica ma ricordo che ne parlava spesso come di una soluzione molto semplice a livello di installazione e soprattutto uso per i destinatari e al tempo stesso molto calcolata sia per interventi standard con Plugin ect., sia per interventi sul sorgente (e’ un mago del php…) che trovava perfettamente predispostie ben fatti!
    OTTIMA SEGNALAZIONE!

  3. Ciao,

    impressionante WP un sacco di soluzioni semplici ed intuitive per semplificare la vita di molti in particolare di chi non si può permettere soluzioni personalizzate molto onerose. Senza parole !!!!!!
    Un grazie a te per metterci sempre al corrente del MondoWP

      1. Ciao, ho realizzato anch’io un lavoro simile per dei clienti, e mi son trovato davanti questo problema degli RSS: per ora ho risolto inserendo nel riassunto dei post un carattere a caso e inserendo negli RSS solo i riassunti, ma non è sicuramente la soluzione ottimale…
        Tu hai avuto altre idee?
        Qualcuno ha idea di come bloccare gli RSS?

  4. Bell’articolo Stefano!

    Noi stiamo usando WP+P2 allo stesso modo; le notifiche sono secondo me il 50% – se non di più – della riuscita di questo tipo di progetto, altrimenti rischi che il sito diventi presto un deserto: gli utenti si dimenticheranno della sua esistenza tra i mille ambienti/siti/applicazioni che frequentano ogni giorno, mentre sono costantemente connessi alla propria mail.

    E grazie per lo spunto su Private WP, noi stavamo agendo in modo più brutale 😉

    1. Nicola,
      sono d’accordo al 100% con te sulle notifiche… infatti sto spingendo per attivarle.
      Gli utenti non vogliono perchè dicono che “arrivano troppe email” … ma in realtà ne arriveranno al massimo quante ne ricevevano prima…
      Vooi cosa utilizzate per le notifiche?

  5. ottima soluzione, e una soluzione così a quanto lo hai venduto?!
    Non per farmi i fatti tuoi… giusto per sapere come comportarsi in seguito davanti a una esigenza del genere….

    1. beh… è nata per caso… con quel cliente sto facendo altri lavori… quindi per ora l’ho fatta e stop… ma prima o poi dovrò fatturarla…
      Il prezzo lo fa il problema che è stato risolto… non il tempo impiegato per risolverlo 😉

  6. Interessante soluzione. Non male.
    Ti consiglio un cosa: non scrivere mai …un cliente piuttosto importante…
    Prima di tutto, tutti i clienti sono importanti in egual misura. Poi dicendo così, con quel “piuttosto” in qualche modo dai l’idea di categorizzare i clienti secondo parametri tuoi, sconosciuti agli altri. Non è bello.

    Per il resto, qui ci sono molte idee interessanti! Ciao!

  7. Secondo te è esiste una soluzione di questo tipo lato interno (cioè nel pannello di amministrazione)?

    Mi spiego meglio. Abbiamo un sito wordpress con un tema specifico. Ora, la redazione fa il login per scrivere i propri articoli. E’ possibile far comunicare la redazione nella “dashboard” con questo sistema?

      1. Salve
        Prima di tutto complimenti per gli interessantissimi spunti!
        Riguardo la questione della messaggistica interna, sul nostro umilissimo blog collaborativo usiamo “WP Admin Microblog” come sistema di messaggistica “multiutente” (presenta anche un widget in bacheca) e “Private Messages For WordPress” come sistema di messaggistica privata; entrambi non si appoggiano alla e-mail.
        Ci sarebbe anche “Edit flow” come supporto al lato “posting”, che aiuta a creare un piccolo ambiente redazionale.
        Ciao.

  8. Ottima idea, ed illustrata anche bene!
    Riporto l’ articolo nel mio NewsPortal, naturalmente con i dovuti credits del caso.
    Nel caso fosse un problema avvertimi, provvedero’ alla cancellazione.
    Buona continuazione
    WebDataBank

  9. Ottima soluzione. Complimenti.
    Ipotizziamo eventualmente di avere in azienda più gruppi di lavoro con differenze persone ma che si possano ripetere pertanto è possibile che ogni utente possa vedere solamente i suoi gruppi ? (scusate la ripetezione)
    Ciao Max

Rispondi