Ecco come risparmio tempo con i temi WordPress

Ti sei mai chiesto:

  • Quanto impieghi per sviluppare un nuovo tema per WordPress?
  • Quanto vale il tuo tempo?
  • Quante volte hai rifatto la stessa personalizzazione per l’ennesimo cliente?
  • e soprattutto: il prodotto finale è stato migliore? il cliente maggiormente soddisfatto?

Io me lo sono chiesto spesso ultimamente.

Per noi freelance il tempo è l’unica risorsa veramente finita e il cui valore è inestimabile.
Per guadagnare di più dobbiamo guadagnare tempo.
Guadagnarlo per re-investirlo.
Questa è la verità.

E’ evidente: mentre sviluppo un tema non posso modificare un plugin nè posso incontrare il cliente per formarlo su qualche rudimento di comunicazione web, nè tenere i contatti con nuovi potenziali clienti, nè… (non continuo: ognuno di voi potrebbe completare questa lista anche meglio di me)…

Ma come risparmiare tempo nello sviluppo con WordPress?

Poichè parte della mia attività professionale consiste nel realizzare siti web, in particolare con WordPress, in questi mesi ho svolto un “test” per capire come usare il tempo di sviluppo in modo più efficiente.
Per ciascuno la soluzione “vincente” è ovviamente diversa, ma deve essere necessariamente quella dove il risparmio di tempo coincide con una soddisfazione uguale o superiore da parte del cliente.

Per rendere più efficiente il mio lavoro con WordPress ho scelto la strada dei Temi Premium.
Propongo ai miei clienti layout grafici sviluppati professionalmente dai migliori designer a livello internazionale, i cosiddetti temi premium.

Cosa c’è che non va nei temi gratuiti?
Nulla, ci sono ottimi temi gratuiti per WordPress, ma quelli veramente validi sono pochi. E il tempo che si perde a trovarli, nel mare delle porcherie che si trovano in giro, è davvero troppo

Purtroppo negli ultimi anni, la distribuzione di temi gratuiti per WordPress è stata usata come modo per ottenere link ai propri siti, e questo ha portato a una invasione di temi spesso inutili, tutti simili tra loro, a volte realizzati male, magari con la sola differenza dell’immagine della testata

Come mi sono organizzato
Per migliorare il servizio verso i miei clienti mantenendo i costi contenuti ho stretto partnership o acquistato abbonamenti con i più accreditati di loro e ora i miei clienti possono scegliere liberamente tra i migliori temi realizzati da StudioPress (il loro AgentPress, tema WordPress per agenti e agenzie immobiliari è qualcosa di spettacolare), wooThemes, WPRemix, UniqueBlogDesign e altri…

A mio parere i vantaggi nell’usare temi premium sono a grandi linee i seguenti:

  • propongo al cliente solo design di qualità, realizzati dai più accreditati designer a livello internazionale : io risparmio tempo nella ricerca di layout e il cliente risparmia tempo nella scelta
  • Una volta scelto, il tema è pronto all’uso.
  • il codice e la struttura del tema sono mediamente scritti meglio di quelli free: io risparmio tempo nello sviluppo e il cliente –anche se spesso non se ne accorge- ottiene un prodotto più valido nel tempo
  • Ho un supporto costante da parte degli autori del tema risparmiando anche in questo caso tempo prezioso nello sviluppo di personalizzazioni
  • Il tema viene tenuto aggiornato alle nuove versioni di WordPress (questo non è sempre vero per tutti i temi, ma nella mia esperienza gli autori a cui mi sono rivolto per demandare a loro un adeguamento lo hanno sempre fatto di buon grado, in fondo io sono un loro cliente)
  • Molti di questi sono realizzati e pensati per essere modificati e personalizzati facilmente.
  • In alcuni casi mi è capitato addirittura che, una volta acquistato il tema prescelto, il cliente fosse in grado di procedere da solo. No, non è un cliente perso: è un cliente soddisfatto che spero riponga fiducia in me anche in futuro.

Voi quali strategie avete scelto per lavorare in modo più efficiente?

(Aggiornamento: sempre sullo stesso argomento vi segnalo un articolo interessante su Italian Web Designer: Anche un cliente low budget può avere il suo sito?)

12 commenti:

  1. straconcordo con tutto quello che hai scritto!!

    ho alcuni amici che magari partono da un tema free carino e poi adattandolo al cliente lo rovinano del tutto!! perdendoci una marea di tempo!!

  2. Se hai discrete conoscenze di programmazione prendi il tema Thesis (che è un framework e non un semplice tema) e impara a personalizzarlo.

    E’ molto flessibile. Ci ho sviluppato siti che mai diresti fatti in WordPress 🙂

    Inoltre in USA si è già formata una figura professionale specializzata nel modificare questo tema graficamente e funzionalmente. Lavorano in media a 900$ per personalizzazione.

    1. @Francesco,
      ho usato Thesis e come framework è davvero ben fatto. In questo post mi sono concentrato maggiormente sui temi graficamente più “finiti”.

  3. Secondo me è come comperare un vestito al negozio per poi metterci il logo oppure cucirne uno su misura.
    Il discorso è sempre quello… se sei in grado parti comq da zero e stai su buoni tempi.
    L’altra cosa da cui dipende è il tipo di clienti che hai. Se parli di lavori di un certo budget ovvio non vale la pena iniziare da zero.
    Con altri clienti è impensabile non “cucire” qualcosa appositamente per loro.

    1. Il fatto è che worpress sta proprio cambiando tutto il web… anche i budget sono scesi perchè “tanto è fatto con wordpress”. Si stà liofilizzando tutto e mentre fino a un pò di anni fa, anche se c’erano in giro siti più brutti, ci si poteva distinguere, ora bisogna affrontare i migliori designer al mondo, senza ovviamente avere il loro tempo per potere realizzare un sito 🙁

  4. ciao, anche io sono molto favorevole ai temi preconfezionati ma sempre adattati alle esigenze. grazie dei link segnalati, in effetti passo le ore a cercare il tema giusto, per poi spesso scoprire che il codice è fatto male.

  5. Io credo che ogni cliente ha delle esigenze e sicuramente per alcuni la scelta di andare su temi preconfezionati è indubbiamente la migliore così come lo è per quelli che necessitano di una personalizzazione esclusiva e dove il lavoro di programmatore è indispensabile.

    I link fanno sicuramente comodo … inseriti in bookmark 😉

  6. Dipende dal budget e dal cliente, in alcuni casi è improponibile utilizzare un tema già pronto perché serve una proposta originale o per altre esigenze particolari.

    I temi premium sono una buona soluzione per i lavori con basso budget, ma negli altri casi l’unico modo è svilupparsi autonomamente una libreria di temi “base” da usare come punto di partenza (o framework, visto che va di moda 🙂 ).

  7. Io dico la mia…
    I clienti che volevano un sito autogestibile, mai hanno avuto bisogno di tutte le necessità di un blog; gli bastava solo poter aggiornare/inserire/suddividere i contenuti; niente commenti o “gigionerie” del genere.
    Dal mio punto di vista trovo sia più efficace creare un layout personalizzato e poi programmarci attorno per tirarne fuori il tema.
    CIAO 🙂

Rispondi