Realizzare un sito WordPress con Genesis: la mia recensione

Se seguite da un po’ WordPressMania sapete che spesso per i miei clienti uso temi WordPress realizzati da StudioPress: sono una garanzia in fatto di semplicità di personalizzazione tanto che sono un loro affiliato ormai da anni.

Da agosto a questa parte, spinto da un post di Matt Mullenweg (il creatore di WordPress), ho iniziato a sviluppare usando il loro framework Genesis. Ora che ho completato alcuni siti usando Genesis e i relativi temi child, voglio provare a darvi una recensione approfondita di questo “framework” col quale sto ottenendo buone soddisfazioni (e risparmiando tempo e mal di testa).

Un supporto “a regola d’arte”

Innanzitutto va ricordato che Genesis è un tema commerciale per WordPress, con supporto a pagamento, ma rilasciato con licenza GPL, cioè Open Source: non solo con il codice e la grafica potete farci quello che volete, ma avete anche accesso al supporto, che vi garatisco è ottimo e tempestivo: se non riuscite ad ottenere la modifica che vi interessa, basta lasciare due righe sul forum di StudioPress e in pochi minuti avrete una risposta.

Per chi è

Genesis è un framework e come tale realizzato per coloro che hanno già una certa conoscenza di programmazione e di WordPress: fornisce una solida base e innumerevoli opzioni di configurazione (le vedremo dopo) per sviluppare un tema completo più velocemente, in modo più aderente agli standard, con codice riutilizzbile. Insomma una scelta ideale per tutti i freelance, webdesigner, web agency che hanno necessità di qualità e velocità.

Lo consiglio soprattutto quando è necessario realizzare layout con struttura per siti “classici”, con molte pagine, menu di navigazione articolati, news e box di immagini: con le opzioni aggiuntive nel pannello di controllo si può davvero mettere a disposizione del cliente una prima realizzazione nell’arco di poche ore.

Layout del sito

La prima funzionalità che mi è saltata agli occhi è la possibilità di selezionare con un click il layout del sito.

All’istante si può scegliere se avere una barra laterale a sinistra, una barra a destra, 2 barre laterali sulla sinistra, 2 sulla destra, una per ogni lato o la pagina a tutta grandezza.

Il bello di questa funzionalità è che puoi decidere il layout da utilizzare per ogni singola pagina, oltre che a livello generale di sito. Per esempio sarà facile avere il sito con una barra laterale a destra e specificare per una pagina di mostrare il contenuto a tutta grandezza (per esempio per una landing page).

La semplicità e la chiarezza di queste opzioni mi è stata di grande utilità nei confronti dei clienti: ora sono in grado di scegliere il layout per le proprie pagine in totale autonomia.

Peccato che in questa versione non sia ancora abilitata la possibilità di scegliere un layout diverso anche per le singole pagine di archivio e categorie. In questi casi le pagine usano la configurazione di default del sito che abbiamo visto poco più sopra. Speriamo nei futuri aggiornamenti…

SEO

…ovvero Ottimizzazione di WordPress per i motori di ricerca
E’ di questi giorni la notizia che il plugin WordPress più installato è All in one SEO pack, un plugin specifico per il SEO.
Bene scordatevelo pure.
Genesis offre integrate tutte le funzionalità e le impostatzioni necessarie per una buon gestione del SEO.

Ma poichè il SEO è una materia “delicata” e ognuno qui ha i propri dogmi Genesis è programmato per disabilitare il proprio supporto SEO nel caso venga installo un plugin dedicato quale può essere per l’appunto “All in ONE” o altri…  In questo caso tutte le funzionalità SEO di Genesis scompaiono automaticamente.

Per farvi un’idea delle impostazioni SEO che è possibile configurare con Genesis ingrandite l’immagine allegata cliccandoci sopra…

Breadcrumb

I breadcrumb sono quegli utilissimi percorsi di navigazione che aiutano l’utente ad orientarsi soprattutto nei siti più complessi… li avete presente no? “Tu sei in: Home / Archivio / 2010 / …“. Bene con il framework Genesis possiamo decidere su quali pagine deve apparire il breadcrumb senza dove installare plugin, o modificare il tema, o scrivere codice php.

Menu di Navigazione

Questo tema WordPress è dotato di default di due menu di navigazione, chiamati (guarda un po’!) Navigazione primaria e Navigazione secondaria. Per ognuno di questi ci sono diverse opzioni molto interessanti.

Come puoi vedere nell’immagine che allego, ci sono opzioni per attivare o disattivare del tutto il menu primario o secondario, per visualizzare i sottomenu, per scegliere la modalità di gestione del menu stesso. Genesis infatti supporta sia la nuova gestione dei menu di WordPress (che io consiglio spassionatamente), sia la visualizzazione della lista delle pagine o delle categorie.

Soprattutto in questi ultimi due casi (lista delle categorie e lista delle pagine) una vera manna dal cielo è la possibilità di selezionare non solo la profondità del menu (primo livello, secondo, di più…) ma le singole pagine o categorie da includere o escludere, separandole con una virgola. Certo è una modifica che si fa con una riga di php nel tema di wordpress ma dover modificare il codice ogni volta che si aggiunge o toglie una pagina beh… non è certo il massimo… e per chi non sa dove mettere le mani… è anche peggio!

Anche in questo caso e a costo di ripetermi: pochi click del mouse in un set ben selezionato di opzioni, ci permettono di evitare l’installazione di plugin o di modificare il codice. In ottica di stabilità futura e di “consegna al cliente” di un prodotto stabile questa a mio parere è una caratteristica fondamentale.

Gestire i commenti

In Genesis puoi decidere direttamente da pannello di amministrazione se il sito deve accetatre i commenti per i soli post o anche epr le pagine, e lo stesso vale per trackback e pingback.

Sono tutte impostazioni che è possibile modificare agendo sulle funzioni di WordPress a livello di PHP o con plugin specifici, è vero, ma qui le abbiamo già disponibili: pronte a farci risparmiare tempo!

Box autore

Molti blog usano una funzione del genere: un box con foto, informazioni, link e biografia dell’autore. Seprattutto per i blog con più editor è praticamente indispensabile. La maggior parte dei blog usa un plugin per questo. Anche in questo caso Genesis incorpora questa funzionalità direttamente nel pannello di controllo: una altro plugin risparmiato!

Script nell’header e nel footer

Praticamente in TUTTI i siti è necessario inserire codice javascript nell’header o nel footer: basti pensare ad Google Analytics, al codice di conferma dei Webmaster tools, altri contatori, gallerie di immagini, e così via.

Con un tema “normale” la strada è sepre più o meno quella: installare un plugin o modificare direttamente il tema.

Con Genesis possiamo incollare tutto il codice che vogliamo nei due box appositi e… siamo a posto…

Widget integrati

Come dovrebbero fare tutti i Temi WordPress che si rispettino 😉 l’intera home page di Genesis e dei vari temi child è composta di aree dove èp possibile inserire widget di ogni tipo.

Questo approccio, che ripeto, dovrebbe essere seguito da ogni designer di temi per WordPress, permette in buona sostanza di cambiare al volo senza alcuna programamzione il contenuto della home page del sito: basterà trascinare i contenuti selezionati per farli apparire in homepage, nella sidebar ecc…

Per sfruttare a fondo questa caratteristica Genesis arriva “carico” di widget specifici e molto utili: da quello per mostrare il contenuto di un post specifico, o di una pagina, a quello per incorporare un menu particolare e così via. Da sottolineare che tutti questi supportano nativamente la funzione “immagine in evidenza” disponibile dalle ultimissime versioni di WordPress per arricchire in modo automatico con immagini sempre delle dimensioni corrette post, pagine, archivi.

I temi “Child”

Poichè Genesis è un tema WordPress da utilizzare come “framework”, ovvero come punto di partenza per la creazione di temi personalizzati, molta della ricchezza dell’offerta di StudioPress sta, oltre che nell’ottimo supporto, nei temi “child” disponibili.

In pratica questi temi “ereditano” tutte le funzionalità di configurazione di cui vi ho parlato finora, ma offrono layout, grafiche e stili sempre nuovi e diversi.

Per esempio gli ultimi due lavori che ho consegnato erano basati uno sul tema child “Enterprise” e l’altro su “Agency“.

E’ importante notare che la scelta dei temi child per Genesis non si ferma a quelli offerti da StudioPress, sta infatti nascendo un interessante mercato di webdesigner che traggono vantaggio dalle funzionalità di Genesis per sviluppare i propri temi e layout, alcuni potete trovarli per esempio su Theme Garden.

Questa potrebbe essere una buona idea anche per molti dei webdesigner italiani che si appoggiano a WordPress: disegnare per Genesis sigifica potersi concentrare sul layout e la grafica sfruttando opzioni, pannello di controllo e funzionalità già create da altri… pensateci 😉

La mia esperienza

Credo che si sia capito che sono molto soddisfatto da questi mesi di lavoro con Genesis 😉 : la soddisfazione deriva in primis da quella che mi hanno espresso i clienti… e questo è l’aspetto più importante.

In secondo luogo la flessibilità e la possibilità di personalizzare il tema in modo così approfondito e radicale è una manna dal cielo per chi lavora da solo (o in piccoli team).

Se proprio devo trovare un difetto lo individuerei in quella che gli anglosassoni chiamano “tipography“: paragonati ad altri temi i caratteri, l’interlinea e così via di Genesis a volte lasciano un po’ a desiderare, hanno un gusto un po’ datato, forse classico. Il che è ottimo per siti “business” ma meno per blog e siti personali.

Nulla che non si possa sistemare con qualche riga di css o con un tema child apposito…

Aggiornamenti:

Genesis Framework for WordPress

63 commenti:

    1. ciao Laura!
      sì in linea di massima è così.
      Qui c’è lo schema del markup di base usato da Genesis: http://dev.studiopress.com/visual-markup-guide

      Finora non mi è mai capitato di partire da zero ma ho fatto sempre ricorso a un tema child che poi ho modificato (Introduction to Genesis Childs). Come ben sai io non sono certo un grafico 😉

      Con gli hooks e i filtri che utilizzano è poi questione di un attimo aggiungere intere sezioni nuove di widget o sidebar, cambiare i testi, e così via.

      Certo, ci vuole un po’ ad abituarsi alla logica del framework ma gli articoli del Genesis Developer Center aiutano parecchio e il forum è ben presidiato… e se ci sono riuscito io… 😉

      Infine ti segnalo che alla sezione “showcase” ci sono “in mostra” i temi realizzati: interessanti!

      1. devo provare, grazie. se c’è lo schema è fantastico, potrei partire da quello, farmi la mia grafica e poi partire direttamente con il template già pronto. un notevole risparmio di tempo!
        thanks! ovviamente poi lo risegnalo su iwd!!

  1. Io uso Thesis da qualche hanno e dopo aver provato Genesis non c’è paragone: Thesis tutta la vita.

    Provalo, vedrai che concorderai 😉

    P.S. Vedo dalle screenshots che hai la localizzazione di Genesis in Italiano, l’hai fatta tu o è disponibile con qualche nuova versione?

  2. Ciao a tutti.
    Mentre Thesis 1.8 supporta l’utilizzo dei child themes, non è il suo modo nativo di personalizzazione e così tutti gli aggiornamenti devono essere fatti con cura.
    Genesis si basa esclusivamente sui child themes, nessuna modifica viene fatta sul core e così l’aggiornamento automatico è indolore.

    La codebase è generalmente più facile da capire e seguire.

    In termini di effettiva codifica, ovviamente l’utilizzo di Hooks, Actions e Filters è un modo di pensare simile per entrambi i framework, quindi gli sviluppatori e i progettisti che hanno utilizzato (utilizzano) Thesis probabilmente hanno più facilità a passare a Genesis rispetto a chi non ha mai utilizzato il concetto degli Hooks e Filters o di codifica in generale.

    Prose, l’ultimo child theme rilasciato da StudioPress, colma abbastanza quel gap che mancava verso gli utenti di Thesis cioè una filosofia pick & click. Dal pannello di controllo si possono scegliere tutte le modifiche necessarie per lo stile del proprio blog (caratteri, colori etc) senza dover mettere mano al codice. Chiaramente non è un tema adatto a siti business o che necessitano di personalizzazioni estreme ma è più che completo per l’utilizzo del blogger medio.

    Non dimentichiamo poi che, cosa importantissima secondo me, la sicurezza di Genesis che è stata oggetto di due audit ( alla 1.0 e alla 1.3) da parte di Mark Jaquith uno dei Lead Developer di WordPress.

    Avrei anche altre cose ma poi più che un commento diventerebbe un post…

    1. Marco, grazie del tuo contributo, è un piacere averti qui con noi su WordPressMania! (per chi non lo conosce: Marco è un bravissimo sviluppatore e webdesigner che conosce a fondo Genesis)

      Sto scrivendo un post proprio sul tema Prose per Genesis: è il “tassello” che mancava per un utente finale.
      In questo articolo infatti ho sottolineato più di tutto gli le caratteristiche di Genesis per lo sviluppoatore o il webdesigner.
      Prose è perfetto anche per l’utente finale che vuole semplicemente configurare l’aspetto del proprio blog senza ricorrere alla programmazione.

    2. Ho provato un pò Genesis e Prose ma devo dire che non mi sento a mio agio.

      Thesis offre una granularità migliore degli hook e un posizionamento più ordinato dei box.

      Poi trovo molto più pulito modificare 2 file (custom.css e custom_functions.php) tanto durante l’upgrade viene aggiornato tutto tranne questi file piuttosto che andare a sovrascrivere dei file del tema padre nel tema figlio così quando si va ad aggiornare il tema padre (Genesis) per sfruttare eventuali nuove funzionalità devo andare ad aggiornare tutti i file del tema figlio che hanno sovrascritto i file del tema padre che contenegono qualcosa di nuovo…

      L’unica cosa vantaggiosa è che il prezzo è molto vantaggioso e non esistendo una versione normale ed una versione “developer” con pochi euro si ha un framework utilizzabile per rivendere un tema child a terzi.

  3. Ciao Stefano, mi chiedevo quale pacchetto è meglio acquistare e se si possono fare diversi siti oppure se una “licenza” corrisponde a un solo sito. Grazie.

    1. Ciao Luigi,
      io ho acquistato il pacchetto completo (Pro Plus Theme Package): il rapporto costo/beneficio è ideale!
      In pratica hai accesso a tutti i temi finora sviluppati e a tutti quelli che verranno realizzati, oltre che al supporto e ai tutorial per ognuno di essi.

      Credo che siano davvero poche le agenzie di temi commerciali che applicano una politica così “liberale” e “generosa”…

      In ogni caso, sia che tu acquisti solo il framework, uno o più temi child, o il pacchetto completo, la licenza è per:

      • illimitati siti
      • illimitato supporto
      • illimitati aggiornamenti

      Se hai intenzione di acquistarlo mandami un messaggio in privato dalla pagina “Contatti“: come loro affiliato ho a disposizione dei codici scionto del 10%… non è tanto ma meglio di niente no?

      1. Grazie!!!

        Ne approfitterò.

        PS: Ho provato Thesis e non mi son trovato bene forse perchè sono alle prime armi. Comunque con Thesis la licenza base non prevede aggiornamenti se non sbaglio.

  4. Ciao, sono rimasto molto incuriosito nel leggere la tua recensione. Visto che mi sto mettendo a fare dei siti e ho intenzione di usare wordpress mi chiedevo se fosse possibile rivolgerti alcune domande e avere dei consigli.

  5. Ho letto il tuo post qualche gg fa, mi ha incuriosito, ho studiato e deciso che voglio provare…quindi acquistare. Come faccio a farti “guadagnare” qualcosa come affiliato?

    PS. Immagino che Genesis sia solo in inglese…ma installato sulla versione WP ita, non da problemi di lingua ai clienti?

    Grazie, ciao.

  6. Peccato, leggo questo post dopo essere passato a genesis, ti avrei segnalato volentieri. Sono rimasto anch’io favorevolmente stupito dalla semplicitá della personalizzazione di Genesis e dalla velocitá del supporto.

    buona recensione, complimenti

  7. Ciao Stefano, ho visto i template disponibili per genesis :( sono pochi senza una grandissima scelta direi. Peccato mi ero convinto ad acquistarlo! Comodo sicuramente ma senza template che ci faccio? Ad esempio non c’è un bel template per un B&B. Per caso sai dove posso trovare dei template per B&B anche non per genesis? Grazie.

      1. Ciao Marco, grazie per il consiglio. I pochi template diponibili per Genesis li avevo già visti. Questo che mi hai lincato è carino ma lo cercavo per un B&B vicino al mare, quindi una grafica più estiva e meno elegante-classica.

        Grazie lo stesso 😉

  8. Grazie per il bell’articolo.
    Ti chiedo un paio di informazioni…
    Di base bisogna acquistare Genesis Framework che fa da base per i vari temi (anche se suppongo ne abbia uno di default). Acquistando – come suggerisci – il pacchetto Pro Plus si ha diritto quindi ad usare tutti i temi pubblicati da Studio Press … ma avendo più domini è possibile a questo punto installarli a piacimento o si dovrebbe acquistare un pacchetto o licenza per ogni dominio?
    Grazie per la risposta

    1. Ciao Carlo!
      l’acquisto ti da diritto ad usare i temi come e quanto credi: nessun limite nè di domini, nè di siti, di nula.
      Una volta acquistato è tuo e ci fai quello che vuoi.

      Stefano

      1. Ciao Stefano,
        per togliermi ogni dubbio. Una volta acquistato posso farci quello che voglio, d’accordo. Ma questo vale per ogni dominio intestato a me che ho acquistato o anche per i domini (e dunque i siti) dei miei clienti.
        Grazie

        Beniamino

  9. sarà che non uso wordpress e quindi non posso cogliere il vantaggi o che a malapena sopporto i cms come wordpress ma devo dire che questo post e chiaro come la coca-cola (senza offesa naturalemente….lungi da me)….ma vorrei capire la questione ho fatto fatica a capire che posso fare ma sopratutto come funziona genesis…..non si potrebbe avere un video dimostrativo del suo utilizzo ….alla fine al post hanno risposto praticamente i programmatori puri probabilemnte non son chiare le potenzialità.

    1. Giuseppe, prova a vedere se il video che ho pubblicato qualche giorno fa dissolve qualche dubbio: “Come usare Genesis (video)
      Certamente Genesis è comunque indicato a chi vuol mettere le mani nel codice… ma non vuole re-inventare tutte le volte l’acqua calda… se vuoi un tema più pronto all’uso devi orientarti ad uno dei temi child di Genesis, (li trovi tutti qui), tra cui Prose, che ho recensito in questo post.
      Per il resto… se non usi WordPress… probabilmente alcuni aspetti salienti dell’articolo potrebbero esserti sfuggiti…

  10. Io uso Genesis e i Child da qualche mese, e mi trovo benissimo… considerando che non sono un tecnico, conosco i linguaggi di programmazione da autodidatta… mi diletto con la grafica e con le personalizzazioni… ho preso il pacchetto plus, avendo qualche sito da aggiornare…
    I migliori soldi spesi per i miei siti web… 😀

    1. Ciao Francesco,
      io non lo conosco e quindi non saprei che dire.
      Tu lo conosci? l’hai usato per qualche realizzazione? perchè non ci proponi una recensione? WPMania sarà felice di pubblicarla.

      Stefano

      1. Ciao Stefano, ho sottomano Gantry Framework da qualche giorno e lo sto usando per sviluppare un progetto reale, cosi da capire subito punti di forza e debolezze, quindi se mi dai un po di tempo una volta ultimato questo sito (entro settimana prossima sarà on line) posso buttarti giù due righe che recensiscano un po questo nuovo framework, quindi grazie dell’invito che accetto con piacere.

        Mi ci sono avvicinato perché trovo interessante il framework css a griglia su cui è basato, a proposito ma Genesis si basa su di un css grid system?

        Da una breve analisi viene subito fuori a suo vantaggio il 960 grid system e la licenza open source ma a suo svantaggio di certo poca documentazione e tutta in inglese.

  11. Ciao, scusa la domanda forse scema, se acquisto genesis al costo di 59 $ devo cmq acquistare poi temi child ?? o posso configurarlo e farlo funzionare così? I temi child sono gratis?
    Grazie

    1. Genesis è a tutti gli effetti un tema. Ma praticamente non ha grafica… solo un po di grigio e bianco.
      I temi child possono essere gratuiti o a pagamento.
      Quelli che trovi su StudioPress sono -al momento- tutti a pagamento.

  12. Ciao Stefano,ho seguito il tuo consiglio ed ho acquistato il pacchetto completo di genesis+prose+ 37 temi.
    Ho installata la versione di wp 3.1.2 ita e genesis 1.6,ma volevo sapere perchè quando attivo un tema ,basato su genesis,non compare nessuna immagine ma solo la parte testo.
    Puoi aiutarmi?
    grazie

    1. Ciao!
      si tratta di “dritte” un po’ generice, valide in generale er tutti i temi Genesis:
      – innanzitutto devi caricare -negli articoli e nella pagine- le “immagini in evidenza”: trovi il box sulla colonna di sinistra.
      – poi devi andare nel apagina dei Widget e assegnare alle varie aree della homepage il widget Genesis Featured Posts o il widget Genesis Featured Pages, configurandoli a tuo piacimento e -soprattitto- selezionando l’opzione per mostrare le immagini.

      Ricorda anche che con Genesis hai “pagato” il supporto illimitato da parte di StudioPress: vai sul forum e chiedi, chiedi, chiedi: è un tuo diritto e soprattutto rispondono sempre in modo completo e professionale!!

      Stefano

    1. Ciao!
      Certo che è possibile, ovviamente ci sarà da lavorare un bel po’ con jQuery per realizzare le transizioni ecc, ma -almeno secondo il mio parere- partire con Genesis invece che con un tema “bianco” generico ti accorcia di molto i tempi di realizzazione.

      Per chiarezza però voglio specificare che non c’è un “child” theme di Genesis già pronto per questo tipo di template… insomma non è che installi Genesis, scegli qualche opzione, e lo “scorrimento orizzontale” è pronto… devi farlo tu 😉

  13. Anche noi ci siamo trovati bene con questo framework…
    così bene che lo stiamo estendendo con un Manager visuale:
    http://software.troydesign.it/resource/6/files/2012/06/Untitled.png

    L’idea era dare qualcosa al nostro cliente che gli permettesse di modificare “cosa” visualizzare nelle pagine con un semplice drag&drop. Subito abbiamo pensato ai widgets e così abbiamo esteso la funzionalità Widgets di WP, aggiungendoci gli shortcode “trasformati” in widget. Da qui poi una cosa tira l’altra e abbiamo praticamente creato un Layout Manager completo (da come si può vedere dallo screenshot … ci manca solo da inserire Header e Footer).

    Con questo penso non ci servirà più modificare il codice php del tema… basterà un childtheme base e lavorare solo sul foglio di stile.

  14. ciao, davvero grazie per l’articolo, io lo leggo solo ora, è passato un po’ di tempo…

    premessa.. diciamo che sono un dilettante, sto imparando ad usare codici HTML ma non posso più di tanto approfondire, finora ho usato google app per i miei siti specifici, monitorandoli con analytics, adsense… insomma, finora mi sono accontentato…. ora sono approdato al mondo WP, e sto cercando di migliorare la mia comunicazione aziendale; sto usando il tema mantra che, come saprai, è gratuito, e molto semplice…. talmente semplice che sta diventando un po’ limitato per alcune mie esigenze…..

    e veniamo alla domanda :)

    ha senso per un dilettante come me acquistare il pacchetto base, quello da 50 dollari, per intenderci, o è meglio che continui a studiare in primis e ad usare temi meno personalizzabili???

    grazie e scusa per la domanda che agli altri utenti professionali apparirà ingenua :)
    ciao
    roberto

  15. Ricollegandomi al mio post precedente.
    Abbiamo finito di sviluppare la base del nostro layout manager. Inizialmente siamo partiti dal crearlo sul framework genesis ma poi ci siamo resi conto che era poche le funzioni che usavamo di questo framework. Inoltre ci sembrava costrittivo dover usare necessariamente genesis(e quindi comprarlo).
    Così abbiamo creato un plugin specifico che all’occorrenza supporta genesis.
    A breve rilasceremo una beta e ci farebbe piacere qualche feedback.
    In pratica, la nostra estensione è ispirata su genesis e estende le note funzionalità di WP Widgets e Shortcodes.
    Per chi volesse darci qualche feedback:
    http://demo.troydesign.it
    user:demo
    pass:demo

    Abbiamo anche creato altri plugin che connettono il layout manager ad alcuni plugin noti quali buddypress, woocommerce, tubepress e wpml. Non appena li riteniamo idonei li aggiungeremo alla demo.

    A primo impatto potrebbe essere complicato comprenderne l’utilizzo (non sono esclusi bug e qualche carenza che dobbiamo ancora colmare), quindi se avete bisogno di chiarimenti sarò felice di rispondervi.

  16. Finalmente la soluzione su come risparmiare tempo !! Gran bella applicazione per la gestione dei temi WordPress , anche se impgrisce un pochino la creatività .

  17. Ciao! Leggendo in rete vedo che Genesis è molto apprezzato e vorrei provarlo.
    Sto costruendo il mio primissimo blog (ma lo voglio fare per bene!) per cui capirai i miei timori quando si é alle prime armi e si devono investire un po’ di soldi. Le mie domande sono queste:
    1) per usare il framework genesis + child serve una competenza approfondita di programmazione php, css ed html o si tratta piu che altro di fare drag and drop di pezzi di codice nelle aree widget come ho notato da qualche video?
    2) consiglieresti genesis a un neofita o ritieni che sia piu consono iniziare da un tema classico (drag and drop) per farsi le ossa?
    3) nell’eventualità che inizi con un tema NON genesis, è poi possibile (a blog completato) passare a genesis o sarebbe una faticaccia e dovrei reimpostare tutto il blog?

    Vorrei provarlo ma alcuni me lo hanno sconsigliato visto che è il mio primo blog…

    Grazie mille in anticipo!

    1. Ciao! Genesis lo consiglierei più a uno sviluppatore che a chi sta iniZiando. Per partire, specie se non ti interessa particolarmente diventare sviluppatore, meglio un tema più drag and drop, così sei subito operativo e ti puoi concentrare sui contenuti.

Rispondi