Come trasferire WordPress su un nuovo dominio

Come trasferire WordPress su un nuovo dominio

La scorsa settimana ho trasferito WordPressMania sul nuovo dominio wpmania.it. Molti di voi ne sono al corrente ma qualcuno forse non se ne è nemmeno accorto, grazie alla procedura che vi descrivo in questo articolo, e si renderà conto solo ora, mentre legge queste parole, che nella barra degli indirizzi del browser compare wpmania.it e non il vecchiowordpressmania.it.

Spostare un sito su un nuovo dominio è un’operazione delicata, soprattutto perchè nel trasferimento non vogliamo perdere “per strada” i nostri visitatori, il posizionamento sui motori di ricerca e così via.

Io in un paio di tentativi sono riuscito a trasferire tutto senza danni (incrociamo le dita 😉 ) grazie ad un articolo magistralmente scritto da Yoast che vi riporto in italiano, integrato dai passi che ho aggiunto o modificato secondo la mia esperienza.

Spostare il blog su un nuovo dominio

  1. Inserisci un file robots.txt nella cartella del nuovo dominio con il seguente contenuto:
    User-agent: *
    Disallow: /
  2. Copia il database e i file di WordPress sul nuovo dominio
  3. Modifica il file config.php con i nuovi dati di accesso al database, e aggiungi le righe seguenti, ovviamente sostituento “esempio” con il nome del tuo dominio:
    define('WP_SITEURL', 'http://www.esempio.com');
    define('WP_HOME', 'http://www.esempio.com');
  4. Ora accedi al tuo nuovo blog e configuralo come il precedente (se hai un plugin di cache installato, cancella la cache)
  5. Installa il plugin Search and Replace. Ora cerca e sostituisci la stringa del tuo vecchio dominio con quella del nuovo (per esempio io ho cercato il testo “wordpressmania.it” sostituendolo con “wpmania.it“)
  6. Fatto questo controlla che tutto sul nuovo blog funzioni correttamente, cliccando sui link interni, visualizzando le immagini ecc.. Se c’è qualcosa che non va, correggilo ora (nel mio caso per esempio il Cerca e Sostituisci non aveva preso in considerazione il contenuto dei widget di testo).
  7. Rimuovi il file robots.txt che hai creato al punto 1 (da questo momento il sito sarà accessibile anche ai motori di ricerca).
  8. Sul sito vecchio, aggiungi all’inizio del  file .htaccess la riga seguente (non c’è bisogno che ti dica che devi mettere l’indirizzo del tuo nuovo sito al posto di “esempio“…)
    Redirect 301 / http://www.newdomain.com/

    Questo reindirzza in modo automatico e “ufficiale” al nuovo sito ogni visitatore (e motore di ricerca) che dovesse arrivare al vecchio indirizzo. Il bello di questa istruzione è che quando un motore di riecrca trova questa istruzione “capisce” che il sito è stato spostato in modo permanente al nuovo dominio e aggiorna il propri indice di conseguenza.
    Nota bene: se qualcuno visita l’indirizzo www.vecchioblog.it/un-certo-articolo/ questa istruzione lo reindirizza correttamente all’indirizzo www.nuovosito.it/un-certo-articolo/ non semplicemente alla nuova homepage.

  9. Ora aggiorna e modifica gli eventuali servizi accessori: Aggiorna FeedBurner con il nuovo indirizzo dei feed. Accedi a Google Webmaster Tools e usa la funzione “cambio di dominio“: può rendere più agevole e veloce l’aggiornamento dell’indice di Google (grazie Stefano per la segnalazione!)
  10. Adesso àrmati di pazienza e aggiorna tutti i tuoi account, profili, firme ecc con il nuovo indirizzo. Grazie al redirect 301 che abbiamo impostato se anche dimentichi qualcosa non ci saranno problemi: i visitatori verranno “dirottati” sul sito nuovo, ma è importante evitare confusione.
  11. In qualche modo dovrai gestire anche gli indirizzi email… io ho creato un nuovo indirizzo email sul nuovo dominio e poi ho modificato quello che usavo sul precedente in modo che inoltri la posta sul nuovo… sto pensando anche di aggiungere un autorisponditore ssull’email vecchia che segnali, magari tra un mese o due, a chi ancora mi scrive là che la casella è stata spostata…

Questo è tutto… come avete visto si tratta di una procedura abbastanza semplice, anche se molto delicata. Nel mio caso tutto ha funzionato per il meglio… ma non al primo colpo 😉 ho fatto vari errori (dovuti alla fretta e all’eccessiva sicurezza) e mi ha salvato il fatto che prima di iniziare avessi fatto un backup di tutti i file e del database).

Che ve ne pare?

p.s.
Vi segnalo che se volete trasferire il vostro blog da wordpress.com su un dominio totalmente vostro, i ragazzi di Automattic ora offrono anche loro il redirect 301 (come segnala Gollum1 nei commenti, attualmete è un’opzione che costa 12$), anche se non è possibile mettere mano direttamente al file .htaccess: ciò significa che potete esportare tutti gli articoli, importarli sul vostro dominio e poi attivare il redirect per dirottare tutto il traffico sul nuovo sito. Il risultato sarà identico a quello descritto in questo articolo.

29 commenti:

  1. Sarebbe perfetto se riuscissi a fare una guida su come traslocare il sito ad un altro hosting, mantenendo lo stesso dominio (lo spazio di Tophost è in esaurimento, medito di passare ad Aruba ma non ho idea di come si faccia)!

    1. vedrò cosa posso fare 😉 il tempo è sempre troppo poco…

      Consiglio spassionato: se devi andare via da TopHost… beh considera qualche hosting di fascia un po’ più alta… così sei a posto per un po’…

      Stefano

      1. Ho iniziato il blog quasi due mesi fa, sto per esaurire lo spazio, cercavo una soluzione hosting con spazio “illimitato” o comunque non fisso, a prezzi abbordabili. La proposta di Aruba non mi sembrava male, voi che cosa mi consigliate?

    2. Beh… in breve, dopo i vari backup, ti basta impostare i DNS su TopHost in modo da farli puntare al nuovo hosting e poi…
      … seguire la guida di quest post, no!?

      @Stefano: quando mi è arrivata la newsletter mi aspettavo di trovare un articolo del genere dopo il trasferimento.
      Tutto dovrebbe essere andato per il meglio.
      Buon proseguimento su WPmania.it!

      Onore a te per la scelta, sperando di esser ripagato senza la perdita di “importanza” su Google.

  2. Ottimo, gran bel lavoro, gran bel post.

    Ho già migrato diversi siti, ma nel tuo post ci sono alcune info di cui non avevo tenuto conto…

    p.s.: non mi risulta che il redirect sia possibile su wordpress.com, se non pagando.

    Byez
    Gollum1

    1. Grazie Gollum1 !

      Sì il redirect su wordpress.com costa (credo) €12 all’anno… cmq se uno decide di lasciare wp.com per un proprio blog beh dei costi deve metterli in conto, no?

      Ho aggiornato l’articolo

      1. Sì, ed infatti dopo essermi letto per bene il tutto, ho deciso che 8 euro li posso anche dedicare alla migrazione del mio sito… (quando avevo cercato all’epoca della migrazione effettiva il prezzo era più alto se ricordo bene).

        ora anche io sono totalmente migrato… 😀

        p.s.: devo andare ad aggiornare gli indirizzi del feed rss su googleread o attraverso il servizio che utilizzi tu è automatico?

        p.s.2: potresti (visto che lo usi) fare un bell’articolo su come si usa feedburner? una volta mi ricordo che era anche in italiano, ma quando ho cercato di usarlo, l’ho trovato solo in inglese, e non ci ho capito poi molto delle varie opzioni che permette… naturalmente nell’articolo dovresti anche spiegare come configurare wp per usare feedburner invece dei suoi feed…

        Byez
        Gollum1

  3. Ottimo articolo, molto chiaro e preciso.
    Nel mio caso però dowrei trasferire il mio blog francescophoto.wordpress.com ospitato attualmente su wordpress.com su un nuovo sito di hosting con un mio url registrato.
    la funzione di export di WordPress esporta solo il testo degli articoli e dei commenti. Come posso trasferire anche le foto e modificare i link? Come si può accedere al database Mysql per farne un back-up?
    Grazie, Francesco

  4. Salve, vorrei porvi un quesito. Io devo trasferire semplicemente il mio blog in wordpress da Aruba a Register mantenedo il nome di dominio…..come dovrei muovermi? semplicemente facendo un download di tutto il contenuto attuale e nel momento del passaggio riupploadare tutto nel nuovo spazio web cambiando solamente i parametri del database Mysql? Consigli Grazie infinite.

      1. Io per sicurezza ho fatto il backup del dbase mysql….credo di aver fatto correttamenteo. Poi credo che dovrò solo modificare il puntamento DNS su wp.config, giusto?

  5. Ciao a tutti,
    intanto complimenti a Stefano per il blog. Vi chiedo cortesemente un consiglio: devo migrare il mio sito wordpress da un indirizzo all’altro, ma da quanto capisco leggendo l’articolo poi non posso abbandonare del tutto e/o disfarmi del vecchio indirizzo perché comunque resta il redirect. Devo mantenere entrambi i domini?

    Ho fatto l’errore di usare l’indirizzo di origine per imparare a smanettare un po’, dato che avevo problemi nell’installazione di WP in locale. Adesso vorrei migrare tutto all’indirizzo reale ma sto diventando pazzo dietro a questa cosa e soprattutto vorrei poter avere a disposizione per altri progetti il dominio su cui oggi si trova il sito da dover migrare. Come posso fare? Grazie!!!

    ps= sono un vero neofita di WP

    1. Io il mio vecchio “wordpressmania.it” con il redirect l’ho mantenuto per un annetto.. a quel punto quello che non è ancora stato aggiornato… temo che non lo sarà comuqnue mai, quindi tanto vale….

  6. Salve ho seguito la tua guida ma è sorto un problema ossia che per quanto riguarda la home tutto ok, ma son fermo al punto 6!
    Una volta fatto search and replace quando vado sul mio sito, tutti i collegamenti interni portano al vecchio sito!

  7. Bella guida e ben fatta.
    A me però è sorto un problema con una specifica installazione: ho un dopinio e horsting su Aruba che voglio migrare; contemporaneamente volevo fare dei test per cambiare la grafica quindi il tema visto che sono 4 anni che uso la stessa e mi sembra datata (e non reponsive cosa oggi a me necessaria).
    Ho queindi preso un hosting altrove, ho creato un sottodominio (di prova) ed ho seguito le indicazioni senza per il momento cambiare la grafica ma solo per fare un duplicato del sito su cui fare tutte le prove del caso.
    Il problema è che non mi aggancia le immagini e ce ne sono tantissime. Ho provato più volte anche a cancellare e ricreare il nuovo database ma non c’è nulla da fare.

    Come posso risolvere?

Rispondi